“Superiamo le difficoltà e crediamo nei nostri obiettivi”. Irma Testa è intervenuta per parlare della giornata internazionale della donna nel corso della diretta con lostrillone.tv.

La campionessa di Torre Annunziata è stata una delle prime a vincere i pregiudizi, grazie anche al gran lavoro svolto alla Boxe Vesuviana dei maestri Lucio e Biagio Zurlo. “Sono felice perché è stato un percorso molto travagliato all’inizio. Nello sport la donna si pensava potesse praticare solo alcune discipline, mentre il pugilato era solo prettamente maschile. Oggi qualcosa è cambiato e ne sono soddisfatta”.

L’atleta delle Fiamme Oro ha anche evidenziato la forza delle donne “Siamo sempre state più determinate e forti degli uomini. Abbiamo trovato il modo di andare avanti nelle difficoltà. Dobbiamo credere i noi stesse e continuare a seguire nostri obiettivi. Io ho trovato le giuste motivazioni grazie alla boxe”.

Dopo la sconfitta di Rio, Irma Testa ha pensato di mollare. Ma ha mostrato la sua grandezza come donna rialzandosi e tornado a vincere. Ora è un’icona per tante giovani. “Mi inorgoglisce sapere che ci sono tante persone che mi portano ad esempio. Vado in giro per i campionati e mi dicono che hanno cominciato dopo aver letto il mio libro e visto il mio film. Se mi guardo indietro non avrei mai pensato una cosa del genere. Non fa parte del mio carattere mollare. Non mi sono mai fermata, ma questo credo che sia una dote innata in tutte noi”.

Infine una chiosa sul sogno chiamato Tokyo 2021. “Sto vincendo dei tornei anche importanti, ma dovrà farmi trovare pronta per il preolimpico che è il momento più importante. Spero di scrivere altre pagine importanti della mia carriera, grazie anche al sostegno del maestro Lucio Zurlo. Lui allena non solo il mio fisico, ma la mia mente. Per questo è un grande”.