Si rafforza il presidio  di legalità sul territorio comunale con l’assegnazione  della Caserma Cavalleri  che passa sotto il comando della  Guardia di Finanza permettendo  così  di potenziare i presidi territoriali delle forze dell’ordine nell’area metropolitana  di Napoli.   Quella che sembrava una utopia sta per diventare realtà.  L’antica Caserma “Cavalleri”  realizzata  oltre 50 anni fa nata come Scuola Specialisti Trasmissioni dell’Esercito in uso al Ministero della Difesa , e quasi completamente dismessa   accoglierà  in gran parte della sua  vasta struttura  i comandi e i reparti  della Guardia di Finanza presenti  sul  territorio.  

Un'iniziativa che porta a una importante riqualificazione e salva la storica costruzione  dal degrado e dall’incuria cui si era  avviata  inesorabilmente. Per  quasi mezzo secolo  questa caserma è stato un polo di alto livello addestrando  e specializzando tanti giovani nel settore delle comunicazioni  .

Nelle  sue  camerate e nei suoi cortili ,  sono transitate migliaia di  reclute provenienti da tutta Italia  . Ancora oggi gli anziani   ne conservano un ottimo ricordo come dimostrano gli innumerevoli  giudizi  sui media che riferiscono di una struttura   all’avanguardia  oltre che per  le aule di studio , le  strutture tecnologiche,  anche  per  quelle dell’ accoglienza.

La caserma occupa una superficie di quasi  200 mila mq. e rappresenta  uno dei principali complessi demaniali presenti nella  Regione Campania cui si sommano  ampi spazi viali, piazzali ed aiuole e  un’area destinata ad attrezzature sportive,  numerosi  corpi di fabbrica  e un grande teatro .  La Guardia di Finanza prevede un investimento rilevante per realizzare un programma di riqualificazione della Caserma che consentirà di razionalizzarne gli spazi e di adeguarli al meglio alle esigenze funzionali e logistiche del Corpo.

Attraverso quest’operazione sarà possibile  lasciare gli spazi di altre proprietà attualmente utilizzati dalla GDF e lo Stato eliminerà le spese dei canoni di locazione che ammontano ad oltre 1,4 milioni di euro.  Gran parte della grande struttura però entrerà in un importante progetto che vede impegnato in prima linea  la città di San Giorgio a Cremano e che riprende  la proposta che il Sindaco Zinno presentò mesi fa al Ministero della Difesa  di  aprire al pubblico parti della stessa  per offrire servizi al cittadino come: teatro, campo di calcio, nuovo verde pubblico e la  fruizione di nuovi spazi. 

A questa nuova vasta area  si potrà accedere  con una apertura creata direttamente su via Botteghelle . Alla cerimonia dell’insediamento  erano presenti il Sindaco Giorgio Zinno, il Generale di Divisione Virgilio Pomponi, Comandante Regionale Campania;  l'Ing. Paolo Maranca – Direttore Regionale della Campania per l'Agenzia del Demanio e il Generale di Divisione Roberto Angius, Vice Comandante del Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano.