Torna il Festival Appuntamento con la Felicità. La terza edizione della kermesse, in programma dal 17 al 22 settembre a Boscotrecase, Pompei e Torre Annunziata.

In un tempo di crisi, come quello che stiamo vivendo, in un territorio così difficile come quello in cui viviamo e al tempo delle “passioni tristi”, si è deciso di legittimare “la ricerca della felicità” non come diritto individuale, ma come aspirazione collettiva.

L’obiettivo che si sono posti gli organizzatori è quello di provare a far festa tutti insieme, come momento generatore di felicità. L’evento, che si tiene ogni anno la terza settimana di settembre, punta a trasformare le città con talk, laboratori, seminari e concerti, mostre e spettacoli. Seminari, conferenze, workshop ed eventi culturali, saranno aperti alla partecipazione di tutti, per riflettere insieme sul tema felicità, che sarà indagata da tutti gli aspetti e in tutti i sensi, in modo innovativo e sorprendente. Psicoterapeuti, sociologi, criminologi, poeti, artisti, giornalisti, religiosi, hanno già confermato la loro presenza all’appuntamento. A pensare l’evento, due associazioni (Progetto Cripta e Familiar-mente) del territorio, per sostenere la cultura della partecipazione e uscire da una solidarietà perimetrata.

L’apertura del festival si svolgerà martedì 17 alle 18.30 presso palazzo Criscuolo a Torre Annunziata con esposizioni fotografiche e scultoree, laboratori e momenti musicali. Presenti le madrine del festival Mariasole di Maio, giovane attrice protagonista del film ‘il diario di Carmela’ e Letizia Vicidomini, autrice e vincitrice di prestigiosi premi letterari, che leggerà il brano ‘lettera alla felicità’”.

Un vero e proprio ‘Villaggio della Felicità’ verrà allestito a Boscotrecase, in piazza Sant’Anna, sabato 21 febbraio alle 17. Ospiterà numerosi laboratori per grandi e bambini (molto atteso il ‘Ludo Park di Zio Ludovico’ dedicato ai giochi da tavolo per bambini da 5 a 99 anni a cura dell’attore Emanuele Cristallo o come quello dedicato alla pasta curato da Palma Pagano), momenti dedicati ai giocattoli antichi, clown dottori, spettacoli musicali e teatrali (tra cui “Briganti, sospiri e canti” con la compagnia teatrale ‘Frizzi e Lazzi’ presso Palazzo D’Amaro) e lo spettacolo finale con “Quelli della Curva”.

Per la prima volta, quest’anno, il festival approderà anche nel comune di Pompei. Nella città mariana, con l’organizzazione di diverse associazioni locali, si svolgeranno numerosi appuntamenti di notevole importanza sociale, come “Arreda il tuo parco” curato da Civitates Pompei che si svolgerà venerdì 20 alle ore 9 presso il Parco della mamma e del bambino e che vedrà la partecipazione degli Istituti comprensivi Amedeo Maiuri e Matteo Della Corte. Alle ore 11 ‘l’arte per l’inclusione’, work shop a cura dell’Accademia Artemus presso il museo Temporaneo d’Impresa di Pompei. Sabato 21 alle 18.00 tavola rotonda al Museo Temporaneo d’Impresa di Pompei “Azioni di recupero e valorizzazione del patrimonio urbano” a cui prenderà parte Ciro Corona presidente dell’Associazione (R)esistenza Anticamorra per discutere dell’istituzione della Biblioteca di Scampia.  Inotre, numerosi momenti musicali, culmineranno sabato 22 alle 20,30 in un concerto finale fuori dall’ordinario, nella suggestiva location di Villa del Parnaso a Torre Annunziata.  Ritmi e suoni diversi per unico obiettivo felice. Sul palco, a turno: gli Angel’s band, Francesca Maresca, Pure Cotton Quintet, Virginia Gallo, Dj SET PEDRO e GG STRINGS live.