Un impianto polisportivo dotato di piscina semiolimpionica e palestre, a Torre Annunziata.

Nei giorni scorsi si è tenuta una conferenza di servizi per studiare il piano di fattibilità del nuovo impianto polisportivo che sorgerà in via Prota, a due passi dal tribunale di Torre Annunziata.

All’incontro ha presenziato la Regione Campania, il Genio Civile e la Protezione Civile, la Città Metropolitana, la Soprintendenza, l’Asl e le Forze dell’Ordine per avere informazioni sul progetto redatto dall’ingegnere Antonio Visone su mandato di Catello Pinto in qualità di soggetto promotore.

Il progetto avrebbe già avuto il parere favorevole di Soprintendenza e Città Metropolitana: se non ci saranno intoppi, l’iniziativa verrà portata in consiglio comunale, magari già dopo l’estate. “Quando si lavora in modo serio e c'è collaborazione tra pubblico e privato anche sulla redazione degli atti - ha spiegato il vicesindaco Luigi Ammendola - anche gli enti sovracomunali vengono messi in condizione di decidere in modo rapido e sereno. Per entrare in centri simili ci si doveva spostare a Torre del Greco e a Scafati. Con questa opera offriremo una nuova struttura per il cittadino”.

Prima della fine dell’anno il comune di Torre Annunziata potrebbe rilasciare il permesso a costruire per un’importante opera attrattiva. Il tutto assieme a un’altra opera infrastrutturale, della quale parla lo stesso vicesindaco: “Tra le opere da realizzare – ha concluso Luigi Ammendola – c’è anche il collegamento stradale tra via Prota e via Gambardella. Il collegamento tra le due arterie cittadine permetterà di alleggerire anche il carico di traffico che insiste attualmente sul Corso Umberto I”.