Stato di salute delle nostre acque, sicurezza in mare, controllo e pulizia degli arenili, tutela dell’ambiente marino-costiero. Sono gli argomenti trattati nel corso di un tavolo istituzionale svoltosi presso la Capitaneria di Porto e al quale hanno partecipato anche i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Torre del Greco, Ercolano e Portici, della società Gori e di alcune associazioni ambientaliste attive sul territorio: “Si è trattato – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Luigi Mele, che ha rappresentato l’amministrazione guidata dal sindaco Ciro Borriello – di un importante momento per focalizzare l’attenzione sulle tematiche di interesse comune legata alla stagione balneare che ora entra decisamente nel vivo”.

In primis impegno rivolto alla tutela della risorsa mare e alla lotta intrapresa per l’eliminazione degli scarichi abusivi. Un’azione che a Torre del Greco ha prodotto significativi risultati: “Come – evidenzia ancora Mele – l’allacciamento all’impianto fognario dell’alveo di Ponte della Gatta e l’avvio dei lavori a quello di Santa Maria la Bruna, che precedono gli interventi già programmati all’alveo che si trova all’altezza del ristorante Settebello”.

La Capitaneria ha fatto il punto anche sulle attività che rientrano nel programma “Mare sicuro”, partito nei mesi scorsi con azioni di prevenzione e informazione e che adesso vede impegnate le unità operative in mare e a ridosso di stabilimenti balneari e spiagge libere. Particolare interesse nel corso dell’incontro è stato riservato alla pulizia degli arenili e delle scogliere.

Infine si è discusso del progetto di collettamento dei depuratori all’impianto di Foce Sarno: “Per il quale – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici – è in corso, presso l’ente d’ambito, una conferenza dei servizi per arrivare all’approvazione del progetto della condotta via mare delle acque reflue, la cui conclusione è programmata per il prossimo 24 luglio”.

“Mi sento di ringraziare per l’attenzione mostrata – conclude Luigi Mele – la Capitaneria in primis, a cominciare dal comandante Fabrizio Di Maggio, e tutti gli attori che hanno positivamente animato la discussione, fornendo spunti interessanti per il proseguimento delle attività. In particolare mi sento di dire grazie alle associazioni, a cui come ente chiediamo un aiuto nella tutela e sorveglianza del nostro territorio, e che ogni giorno con le loro segnalazioni fungono da valido e insostituibile supporto al nostro lavoro”.