E’ amareggiato e deluso Francesco Ranieri, sindaco di Terzigno. Ieri le famiglie sgomberate di via Panoramica hanno manifestato all’esterno della Casa Comunale, contro il primo cittadino, reo di non aver fatto tutto il possibile per evitare lo sfratto.

Ranieri ha portato la sua solidarietà lo scorso lunedì alle persone coinvolte, ma ha ribadito più volte di non poter più fare nulla dinanzi a una sentenza esecutiva.

Ieri a causa delle veementi proteste dei cittadini che hanno visto le proprie case abbattute dall ruspe, il primo cittadino si è dovuto barricare in comune. Ora su Facebook ha espresso la sua verità. “Issare persone disperate contro il sottoscritto è stato l'ultimo atto che solo una politica becera, malvagia è in grado di portare avanti senza rispetto dell'incolumità dell'uomo indifeso che tutto se stesso aveva dato. Troppo semplice adesso indebitamente puntare il dito senza aver fatto nulla seduto tranquillamente a nostre spese su scranni comodi. La mia battaglia continuerà così come le difese nelle sedi opportune”.

Il racconto della giornata

Ruspe in azione

Ruspe in azione