G - L'accusa è di aver compiuto violenza sessuale ai danni di una bimba di 11 anni, figlia della moglie. In carcere è finito, nelle prime ore della giornata di oggi, un 53 anni di Ariano Irpino.

Ad arrestarlo, in esecuzione di una misura cautelare in carcere emessa dal gip sono stati gli agenti della polizia giudiziaria della Procura di Benevento, al termine di una rapida indagine avviata lo scorso 25 giugno, quando la mamma della piccola (nata da una precedente relazione della donna) ha trovato una lettera con la quale la vittima ha descritto gli atti di violenza sessuale.

La donna si è presentata al commissariato di Ariano Irpino ed ha raccontato ogni cosa. Così è stato avviato il protocollo " Codice Rosso". La vittima è stata sentita dalla Polizia Giudiziaria presso lo Spazio Ascolto Vittime Vulnerabili della Procura di Benevento con l'ausilio di un esperto in psicologia, raccontando nel dettaglio i fatti descritti nella lettera. Denuncia che, secondo gli investigatori, ha trovato riscontro nel corso delle indagini, anche di natura informatica. Per gli inquirenti gli episodi di violenza sarebbero iniziati già un paio di anni fa, quando la piccola aveva appena 9 anni.

L'uomo, approfittando dell'assenza della moglie da casa per esigenze lavorative, avvicinandosi alla bambina con fare apparentemente tenero, simulando dei giochi o facendole credere di volerle dare affetto, avrebbe abusato di lei in più occasioni.