Accoltellato durante una festa a Pompei, c’è l’identikit dell’aggressore.

Iniziano ad emergere i primi particolari della serata a base di alcool sfociata nel sangue in un noto locale della città mariana. Un 19enne di Agerola è stato accoltellato con cinque fendenti, durante un party organizzato da studenti. Tutto è accaduto intorno alle ore 21, quando si sono radunati circa 2mila giovanissimi per una sorta di discoteca all'aperto in un locale con casse acustiche e musica ad altissimi decibel e tanto alcol, procurato dagli stessi ragazzi.

In poco tempo si è creato il caos in via Nolana, per i numerosi veicoli diretti alla zona di Civita Giuliana, dove si teneva il raduno. In strada centinaia di minorenni si avvicinavano a piedi verso il luogo della festa, quando è circolata voce dell'accoltellamento. Il 19enne è stato accompagnato all'ospedale "San Leonardo" di Castellammare di Stabia, dove ha riferito che non c'è stata una lite all'origine del ferimento ed ha fatto identificare il suo accoltellatore. Successivamente, a causa della perforazione di un polmone, è stato trasferito all’ospedale del Mare di Napoli.

L’aggressore è un coetaneo, che nel frattempo si è presentato spontaneamente ai carabinieri per raccontare l'accaduto.

l'emergenza

Il fatto

gli sviluppi

il fatto