Pestato a sangue perché ritenuto responsabile del furto di 100 forme di parmigiano. I carabinieri hanno arrestato un 45enne e un 36enne già noti alle forze dell’Ordine e un 30enne incensurato, tutti ritenuti responsabili dei reati di lezioni personali e rapina.

I tre hanno accusato un dipendente della loro società di trasporti di aver rubato 100 forme di parmigiano per oltre 4 tonnellate di prodotti. Per punirlo, i 2 titolari, insieme ad un altro impiegato gli hanno sottratto il cellulare e lo hanno poi pestato, causandogli un trauma cranico, una frattura alla mano e contusioni varie per complessivi 30 giorni di prognosi.

I carabinieri della stazione di Sant’Antonio Abate sono intervenuti nel piazzale della società e hanno arrestato i tre aggressori, tutti del luogo. Ora sono in carcere a Poggioreale.