Nuovo sequestro della Gruppo guardia di finanza di Torre Annunziata. Le fiamme gialle hanno provveduto a eseguire un decreto di sequestro patrimoniale nei confronti di Salvatore Perfetto di Torre del Greco, già tratto in arresto lo scorso 19 febbraio per i reati di usura e estorsione.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Torre Annunziata, all’esito di una complessa indagine che è stata svolta sotto il coordinamento della Procura, dai finanzieri della Compagnia di Torre del Greco.

In particolare Perfetto, secondo quanto emerso dalle indagini, aveva prestato ingenti somme di denaro a diversi soggetti e imprenditori della zona corallina, richiedendo il pagamento di interessi mensili pari al 20% del capitale prestato (per un complessivo annuale pari al 120%).

In particolare le vittime venivano costrette a subire vere e proprie percosse alla retribuzione mensile, fin quando non sarebbero state in grado di restituire in un’unica tranche l’ammontare della somma elargita, con il rischio di non porre mai fine al soffocante rapporto di soggezione con i propri aguzzini.

Gli accertamenti patrimoniali, delegati dalla procura, hanno consentito alle fiamme gialle di ricostruire l’intero patrimonio finanziario mobiliare ed immobiliare di Perfetto.

E’ stata inoltre accertata una sproporzione fra la capacità reddituale del medesimo e le effettive disponibilità patrimoniali e finanziarie nella sua concreta disponibilità.

La guardia di finanza ha così posto sotto sequestro un appartamento con box a Torre del Greco e un altro immobile a Castelnuovo Cilento, assieme a due autovetture, un motociclo e un Rolex. Tutto dal valore complessivo di 250mila euro.