E' morta a 44 anni per uno shock anafilattico, causato con ogni probabilità dal liquido del mezzo di contrasto di una Tac, dopo essersi presentata poco prima al pronto soccorso per un banale ascesso molare. La vittima, Federica Borrometi, è deceduta la notte scorsa nell'Ospedale "Giovanni Paolo II di Ragusa". La donna, originaria di Napoli, ma da tempo residente a Scicli, si era recata al pronto soccorso perchè lamentava dolori all'arcata dentaria. Dopo che i medici l'avevano sottoposta ad una Tac, la paziente è andata in shock anafilattico; inutili i tentativi dei sanitari di salvarla.

Il direttore dell'azienda ospedaliera, Raffaele Elia, ha avviato un'indagine interna, così come il commissario dell'Asp Fabrizio Russo. Quest'ultimo ha dichiarato che la donna aveva firmato il consenso informato. La Procura di Ragusa dovrà adesso iscrivere come atto dovuto tutti i medici che si sono interessati al caso della paziente, in attesa dell'autopsia. La tragedia ha suscitato profonda commozione tra parenti e amici di Federica Borrometi, descritta come una donna solare e piena di vita, rimasta legata alla sua citta d'origine dove era tornata per festeggiare lo scudetto del Napoli.

Numerosi i messaggi di cordoglio postati sui social. "Non so se sarebbe bastato un test per verificare eventuali allergie al contrasto. L'unica cosa sicura è che Federica perde la vita a 44 anni, per un dolore ai denti. Non ci sono parole", scrive Rossella. Ed Eliana racconta il dramma vissuto accanto all'amica nel pronto soccorso: "Eri lì davanti a me per un ascesso al dente, aspettavi il tuo turno come tutte e poi, quando sei entrata per una Tac, medici che correvano... e poi esci tu su una barella, morta". 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"