Quindici nuovi Carabinieri nel gruppo di Torre Annunziata per potenziare i controlli e garantire sicurezza. La decisione di schierare rinforzi mirati - appena formati professionalmente nelle scuole allievi dell'Arma - è stata presa in considerazione dei recenti episodi di cronaca che hanno richiesto una presenza più forte delle forze dell'ordine. A Napoli e in provincia è scattato l'allarme sicurezza e sono complessivamente settanta i 'nuovi' militari in campo per contrastare la criminalità. 

"E' un ulteriore passo per contrastare fenomeni criminali e prevenire potenziali situazioni di rischio che potrebbero compromettere la sicurezza pubblica - spiega Il generale di Brigata Enrico Scandone, comandante Provinciale Carabinieri di Napoli - Si tratta di un segnale tangibile dell'impegno che il Comando Generale investe nella protezione dei cittadini, una mossa per aumentare la proiezione sul territorio, specie nelle aree più critiche della penisola". Trentacinque i militari che sono stati impiegati in città, 20 nell'ambito del Gruppo di Castello di Cisterna (provincia nord di Napoli) e 15 nel Gruppo di Torre Annunziata (provincia a sud di Napoli).

Tra gli obiettivi raggiungere una forte sinergia con i cittadini. "Invitiamo i cittadini a essere parte attiva, contribuendo con segnalazioni e denunce. La sicurezza è un impegno condiviso e insieme possiamo gettare le basi per una città più resiliente - sottolinea il generale Scandone -Questo è l'ennesimo passo che l'arma dei Carabinieri sta compiendo per Napoli e la sua provincia. Le crescenti sfide quotidiane impongono massima attenzione e presenza capillare".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"