Energia, ambiente, passione e solidarietà. Questi gli ingredienti dell’EnergyDays Energia per la Vita, l’evento dedicato alla sostenibilità ambientale che si è tenuto sabato 29 febbraio al Dubai Village di Nola. Una manifestazione che ha visto la partecipazione di oltre duecento persone giunte da ogni angolo della Campania e che hanno sposato il progetto di NWG. Ospite d’eccezione il giornalista de “Le Iene” Filippo Roma, impegnato da anni a difendere, tramite i suoi servizi, i più deboli.

Un talk condotto da Francesco Porpora, responsabile NWG Academy, ha aperto la manifestazione. Ospiti del dibattito, tra gli altri, Loredana Barrisciano, Fondatrice della Onlus “Angeli Guerrieri della Terra dei Fuochi” che riunisce i genitori di bimbi morti di tumore nel casertano, il dottor Aniello Federico, pediatra dell’Asl Na 3Sud e Franco Matrone di ZeroWaste Italy.

Una lettera immaginaria, letta da due adolescenti, ha aperto la manifestazione. La lettera, datata febbraio 2030, rappresenta un atto d’accusa dei bambini e dei giovani contro i propri genitori, “colpevoli” di aver lasciato loro il pianeta in condizioni invivibili. “Speriamo che tra dieci anni nessun ragazzo debba leggere questa lettera ai propri genitori – le parole del moderatore Francesco Porpora -. Il 2030 è infatti l’anno indicato da tutti i maggiori esperti di ambiente e inquinamento a livello internazionale, oltre il quale la situazione ambientale non sarà più reversibile. I cambiamenti climatici e l’aumento della temperatura del pianeta è un problema di tutti. Ogni anno solo in Italia muoiono 80 mila persone per motivi legati all’inquinamento – ha continuato Porpora – e per assurdo si parla solo di coronavirus. “Sono dati che fanno riflettere e che approfondirò – ha dichiarato Filippo Roma de Le Iene – è vergognoso il terrorismo psicologico che alcune trasmissioni fanno sul coronavirus”.

vai alle foto