Una lunga lista di aree di intervento sulle quali l’Ambito 30 lavora già da tempo e che saranno messe a conoscenza in maniera capillare di tutti i cittadini di Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase e Trecase. “Lavorare unendo, non dividendo. Ma soprattutto facendo leva sulle qualità che esprimono i territori”. Un lungo intervento quello del dirigente del comune oplontino, il dottor Porfidio Monda, ai vertici dell’Ambito sociale.

Segretariato sociale, pronto intervento sociale, centro famiglie e affido, assistenza domiciliare anziani e disabili, centri polifunzionali per minori, anziani e disabili, servizi per la prima infanzia, sostegno alimentare e assegni maternità. Sono solo alcuni dei servizi che gli uffici di via Parini hanno attivato sui quattro Comuni.

Siamo tra gli Ambiti che hanno una spesa sociale di maggior rilievo – continua Monda – Destiniamo circa 40 euro pro capite, ovvero un budget di oltre 4 milioni di euro, nonostante i forti tagli imposti dallo Stato negli ultimi anni. Basta pensare che all’inizio del millennio il Governo italiano destinava al welfare un miliardo di euro, di cui alla sola Campania 100 milioni, il 10%. Oggi, dopo 15 anni, i fondi che lo Stato dedica al sociale sono poco più di 50 milioni”.

La carta sarà stampata e consegnata nelle case dei circa 90 mila residenti dei quattro Comuni. “Sarà reso ancora più trasparente il modo in cui spendiamo i soldi. Parleremo degli utenti, degli operatori e dei servizi. Sarà un servizio di informazione e di tutela. Tutti – conclude il dirigente dell’Ambito 30 – devono sapere a chi rivolgersi per un servizio”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"