Si terranno tra il 15 settembre e il 15 ottobre le elezioni amministrative previste nel 2021. È quanto prevede la bozza del decreto legge sul differimento delle elezioni, che sarà in Consiglio dei Ministri ed è ancora suscettibile di modifiche. Il testo riguarda le Comunali (tra cui Roma, Milano, Napoli, Bologna, Torino per i capoluoghi, mentre nel vesuviano e nei Lattari Boscotrecase e Gragnano), le suppletive per la Camera a Siena e le Regionali, già indette in Calabria.

L’ipotesi più accreditata è quella di domenica 10 ottobre 2021.

Il decreto dispone il rinvio a causa "del permanere del quadro epidemiologico da Covid-19 diffusamente grave su tutto il territorio nazionale e dell'evolversi di significative varianti del virus che presentano carattere ulteriormente diffusivo del contagio".