Un incubo, deve aver pensato questo il 95enne che sabato notte si è trovato in casa mentre dormiva tre malviventi. “Svegliati, muoviti, dacci la chiave della cassaforte”: gli hanno urlato mentre lui stentava a rendersi conto, terrorizzato. A quel punto hanno poi deciso di immobilizzarlo, prima facendogli ‘confessare’ il posto dove custodiva chiavi della cassaforte e soldi. Fortunatamente, durante tutta l’incursione l’anziano se l’è cavata con qualche graffio, mentre la ‘beffa’ più grande è stata per la somma che i malviventi hanno recuperato: 70mila euro. Un ‘tesoro’ che il 95enne torrese aveva custodito e accumulato per anni, pensando forse di regalarla un giorno ai suoi nipoti, quelli che lo hanno soccorso appena i balordi si sono dileguati. I ladri, così come riferito dalle forze dell’ordine, sono entrati da una verandina. L’appartamento dell’anziano si trova al piano terra di un palazzo di via Moro. Nel frattempo sono in corso indagini per risalire ai malviventi, ma al momento pare non ci sia ancora alcuna traccia.