Conto alla rovescia per lo spettacolo delle stelle cadenti di San Lorenzo, il picco è previsto nella notte tra l'11 e il 12 agosto. Complice la quasi mancanza della Luna e una 'spinta' da Giove, si prevede un'annata eccezionale. A far da cornice alle meteore anche una congiunzione a tre con Marte, Saturno e Luna.

Come ogni anno le notti di agosto saranno impreziosite dalle suggestive scie delle Perseidi, le meteore note a tutti come le stelle di San Lorenzo. Il fenomeno è dovuto all'impatto con l'atmosfera delle sottilissime polveri lasciate dei passaggi della cometa Swift-Tuttle che, bruciando, lasciano una lunga 'lacrima' luminosa nel cielo.

Un aiuto quest'anno arriva dalla Luna, che si troverà nell'ultimo quarto e che tramonterà nelle prime ore della notte, lasciando così campo libero al buio della notte. A questo si aggiungerà l'aiuto gravitazionale di Giove che occasionalmente concentra una parte delle polveri facilitando così la visione di una maggior quantità di meteore. Il picco è previsto nella seconda parte della notte tra l'11 e il 12 agosto e saranno centinaia gli eventi organizzati in tutta Italia per passare la notte in compagnia di esperti e appassionati.