Stamattina a Piazza Nicotera si è svolta l’assemblea pubblica dei disoccupati di Torre Annunziata. Solo in poche centinaia di persone, compreso una rappresentanza di studenti, hanno aderito all’iniziativa del gruppo di senza lavoro che da una settimana ha attivato un presidio stabile nei pressi di Palazzo Criscuolo. Da ieri è stato rimosso il gazebo che li ha ‘ospitati’, ma non si sono dati per vinti.

Anzi, questa mattina hanno lanciato forte e chiaro un messaggio a tutta la cittadinanza. “Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere tutte le varie fasce della popolazione: dallo studente al lavoratore che viene pagato al minimo e senza diritti. Ci hanno accusato di essere dei camorristi e dei violenti, ma non è assolutamente vero. Il nostro obiettivo è soltanto quello di lavorare e di migliorare la nostra città, abbandonata da una classe dirigente incapace di ascoltare i veri problemi delle persone”:

I disoccupati oplontini hanno così concluso l’assemblea pubblica con un invito. “Presto organizzeremo una vera e propria manifestazione alla quale speriamo possano partecipare più persone. Non siamo solo noi ad essere in difficoltà”.