Auto rubata a invalido ritrovata ad Anzio dalla Polizia Municipale dopo quasi un anno e mezzo.

L’incredibile vicenda è accaduta a Trecase nel maggio 2017. Al fine di trovare una valida assistenza per un disabile, la sorella della vittima, di 63 anni, si rivolse alla Croce Rossa di Castellammare di Stabia ricevendo, per l’assolvimento di tale lavoro, un cittadino del luogo di 41 anni, V.C., che nell’aprile dello scorso anno inizia così il rapporto lavorativo di assistenza familiare, riuscendo ad entrare nelle grazie dell’assistito, un uomo di 61anni del napoletano cui prestava le proprie cure.

Dopo un periodo di buoni comportamenti e conquistata la fiducia dell’anziano e della sorella, il malvivente iniziò a comportarsi in maniera strana. Fu la stessa sorella del disabile a intuire alcuni atteggiamenti dubbi, fino a quando il 41enne fuggì dalla loro abitazione con l’auto dell’invalido, una Daihatsu Teriors, facendo perdere le proprie tracce.

La sorella denunciò il fatto ai carabinieri di Trecase, ma del badante e dell’auto nessuna traccia. Nell’estate del 2018 controlli eseguiti sul territorio dalla polizia locale di Anzio e le telecamere di videosorveglianza posizionate sul territorio, hanno rintracciato l’auto, che girava per le strade della città senza assicurazione. Effettuate le verifiche sull’auto, la polizia municipale è risalita al proprietario dell’auto. Il 41enne è stato denunciato e l’autovettura è stata riconsegnata al legittimo proprietario.