“Il casello autostradale cade nel territorio della nostra città, per questo l’indicazione deve essere Torre Annunziata est e non Boscoreale”. È la dura presa di posizione di Aldo Tolino, già assessore del sindaco Starita, che, anche attraverso la sua lista ‘Orgoglio e dignità’, esprime “stupore e rammarico per la scelta fatta”.

IL CASO. A ridosso del centro commerciale Maximall Oplonti, la società Autostrade Meridionali ha aperto, già da tempo, sul territorio di Torre Annunziata, una nuova uscita. Incertezza sul nome fin quando, qualche settimana fa, è stata scoperta la targa con scritto Boscoreale. “La riteniamo una scelta in difformità a quanto accade, invece, nel resto d’Italia”, si legge nella lettera che la lista civica ha scritto alla concessionaria delle autostrade. “In altre parti del territorio nazionale è indicata la città dove ricade l’uscita e, poi, le località da essa raggiungibili. Inoltre – continuano – i costi del mantenimento delle strade di accesso e la pubblica illuminazione sono a carico dei nostri concittadini”.

Il dottore oplontino rincara la dose: “Torre Annunziata è sempre più svenduta dalla superficialità dei nostri amministratori che sono intenti a spartirsi poltrone. Abbiamo perso l’ospedale, che per pochi metri ricade nel comune di Boscotrecase. L’Inps, sottratta ai cittadini, e anche la caserma dei pompieri. Infine – conclude Tolino – anche gli stessi ori di Oplonti ed il nostro polo industriale sono stati sistematicamente liquidati”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"