Bancarotta fraudolenta: la Guardia di Finanza di Nola sequestra le quote della società che di fatto gestisce l’azienda “Teatro Sannazaro” di Napoli, nonché i beni utilizzati per io svolgimento delle attività artistiche nello storico teatro napoletano, oggetto di condotte distrattive.

L’operazione delle fiamme gialle concerne le quote sociali della società Esmeralda srl, subentrata nella gestione dell’azienda “Teatro Sannazaro”, dopo svariate cessioni societarie, alla società fallita La.ma.ing. srl nonché i beni di detta società fallita. Materiale da palcoscenico, macchinari, impianti scenici, costumi di scena, macchine elettroniche utilizzati per l’organizzazione e lo svolgimento delle rappresentazioni artistiche, in quanto oggetto di condotte distrattive.

Le indagini hanno permesso di scoprire che la La.ma.ing., fallita nel 2016, allo scopo di sottrarre alla garanzia dei creditori l’azienda “Teatro Sannazaro”, ha posto in essere specifiche condotte volte a dissimulare il compendio aziendale attraverso un susseguirsi di cessioni ed acquisizioni di quote sociali all’interno della stessa compagine societaria, composta da soggetti legati altresì da rapporti familiari, i quali hanno continuato a gestire il teatro attraverso la nuova società, la Esmeralda.

Un danno che i finanzieri hanno quantificato in più di 1,5 milioni di euro.

vai al video