Ventiquattro immobili confiscati alla camorra destinati per attività sociali. La giunta di Torre Annunziata guidata dal sindaco Vincenzo Ascione, su proposta dell’assessore al patrimonio Emanuela Cirillo, ha approvato un documento con il quale manifesta l’interesse all’acquisizione di ventiquattro immobili di vario genere presenti sul territorio cittadino e oggetto di sequestro da parte dell’ANBS (Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata).

“Lo scorso 11 giugno – spiega l’assessore Cirillo – siamo stati convocati presso la Prefettura di Napoli per un incontro esplorativo, al quale hanno partecipato funzionari dell’Agenzia dei Beni Confiscati e del Demanio. La nostra volontà è quella di acquisire questi immobili e di destinarli alla erogazione di servizi e alla realizzazione di progetti con finalità sociali. O, in alternativa, di utilizzarli a favore della collettività per contrastare l’emergenza abitativa”.

Martedì 3 luglio, in Prefettura, avrà luogo l’incontro organizzato dall’ANBS, al fine di stabilire l’utilizzo dei beni confiscati.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"