Paura nella notte a Torre Annunziata.

Un forte boato ha interrotto il silenzio al Rione Penniniello. Una bomba è stata fatta esplodere alle 2.30 di questa notte dinanzi a un’abitazione di un pregiudicato della zona, nel quartiere alla periferia della città.

Nessun ferito, soltanto molta paura tra i residenti della zona e qualche vetro rotto. I carabinieri, prontamente informati e accorsi sul posto, hanno effettuato una serie di rilievi per ricostruire l’accaduto e cercare di individuare elementi utili per risalire agli autori del raid.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, ignoti avrebbero lanciato una bomba carta sul balcone dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di contrabbando, ora vedovo e invalido. L’uomo gestiva un banchetto di granite al porto di Torre Annunziata. Al momento della deflagrazione, era in casa e dormiva, ma è fortunatamente rimasto illeso.

Non si esclude al momento alcuna pista: il raid è avvenuto a tre giorni di distanza dall’agguato a colpi di via Settetermini. Le indagini del nucleo operativo non hanno escluso un possibile collegamento tra i due episodi.

(foto: repertorio)

gli sviluppi

la sparatoria