Notevoli le conseguenze, per fortuna solo materiali, della potente deflagrazione della sera di capodanno nel condominio di via San Martino a San Giorgio a Cremano.

Immediatamente dopo che si è sparsa la notizia della forte esplosione di una bomba carta che ha danneggiato gravemente quattro abitazioni  all’interno del parco e procurato terrore tra gli abitanti dei fabbricati limitrofi, il vice Sindaco Giovanni Marino, assessore alle Politiche Sociali, si è recato sul posto per informarsi sulla situazione e verificare lo stato dei luoghi conseguenti  all’evento.

Marino, a nome del Sindaco Giorgio Zinno, ha portato consolazione alle famiglie colpite ma anche concreta immediata disponibilità dell’amministrazione alla loro temporanea  sistemazione, essendo impossibilitate a utilizzare le proprie abitazioni. Tutti però hanno preferito recarsi dai propri familiari e parenti dove sono stati accolti e alloggiati.

La deflagrazione di notevole potenza è stata sentita anche a distanza. Gli specialisti della Polizia stanno effettuando approfondite indagini  per conoscere la natura, ma soprattutto la provenienza di un ordigno di tale enorme potenza nel condominio. 

Per la rimozione del materiale distrutto dall’esplosione è stata necessaria un’intera giornata, per accertare  inoltre che non vi fosse qualche altro ordigno inesploso anche per strada al fine di evitare altri pericoli per i cittadini.

L'esplosione