Ferma condanna del sindaco Vincenzo Ascione per l’esplosione di una bomba carta avvenuta all’interno di una concessionaria d’auto di Torre Annunziata.

«Neanche l’emergenza Coronavirus ferma la mano di delinquenti che, non curanti delle ore diurne, fanno esplodere un ordigno all’interno di una concessionaria di auto in periferia della città – afferma il primo cittadino -. L’Amministrazione Comunale condanna con sdegno e forza il vile gesto, con l’auspicio che le forze dell’ordine risalgano al più presto all’autore del grave attentato, assicurandolo alla giustizia. Torre Annunziata non può assolutamente indietreggiare dinanzi a questi atti criminali, e noi faremo di tutto, unitamente alla parte sana della città, alle forze dell’ordine e alla magistratura per assicurare un futuro migliore e senza paura ai nostri cittadini».

La dinamica

l'esplosione