“Medici mai coinvolti. Ascione responsabile del disastro”. Inizio di anno solare davvero drammatico a Torre Annunziata. In città si stanno sfiorando i mille contagi, con i numeri che sono sempre più eloquenti.

Mario Iovane, Segretario Nazionale Organizzativo del Sindacato Medici Italiani, ha sottolineato le responsabilità del primo cittadino. “E’ mancato un piano di comunicazione. I cittadini positivi al virus rimangono a casa e devono subire almeno 21 giorni di paura senza ricevere alcuna istruzione. Bisognava educarli prima, anche con modi gentili. Si sarebbero dovuti pubblicare manifesti e chiudere tutte le attività non indispensabili. Invece Ascione ha lasciato Torre Annunziata in balia del virus”.

Il dottore torrese ha parlato di un mancato coinvolgimento dell’intera categoria. “Dall’inizio dell’emergenza non sono mai stati convocati i sindacati dei medici. Eppure il sindaco è la massima autorità sul territorio e avrebbe dovuto farsi consigliare da esperti. Invece ha preferito che ci dirigessimo verso un quadro drammatico”.

“La gente ora ha paura e chi soffre di patologie diverse dal Covid nemmeno pensa di curarsi. E non ricevono nemmeno alcun aiuto psicologico. Tutti i dottori di medicina generale stanno svolgendo il proprio lavoro al massimo delle loro potenzialità.  Ma a mio avviso non è possibile andare avanti in questo modo.”. Ha concluso Iovane.