Approvato il trasferimento dell’area mercatale, ora  negli spazi appositamente individuati di via Passanti Nazionale nel consiglio comunale di questo pomeriggio. Tuttavia, fatto più unico che raro, a votare favorevolmente è stata anche l’opposizione. “Nonostante sulla questione non sia tutto chiaro, oggi smetto i panni di opposizione – ha spiegato, nel corso del civico consesso, il consigliere di minoranza Gennaro Langella – ma sarà un episodio unico. C’è urgente necessità di dotare i commercianti degli strumenti idonei”. All’interno della zona di via Passanti Scafati, saranno cento i posti destinati ai mercatali, una decina in meno rispetto al progetto originario: quattordici destinati alla vendita di prodotti appartenenti al settore merceologico alimentare, ottantuno da utilizzare per la vendita di prodotti appartenenti al settore merceologico non alimentare, e cinque di cui usufruiranno gli imprenditori agricoli. L’unico tra i presenti (assenti Patrizia Buono e Salvatore Nastri) a votare contro il provvedimento è stato Giacomo Tafuro, il quale, a giustificazione del proprio voto contrario, ha fatto rilevare alcune irregolarità nella procedura di affidamento dei lavori, in conseguenza delle quali, “l’atto sarebbe illegittimo”. “Invito – ha puntualizzato il consigliere – il segretario generale a verificare la regolarità delle more”, minacciando, da prassi consiliare consolidata, di portare gli atti in procura. Come un sequel già visto e rivisto, la risposta di Balzano ad una “prassi” si è fondata su un’altra affermazione trita e ritrita, ovvero che “della gara si occupa la Stazione Unica Appaltante”.

Nel frattempo, il vicesindaco De Falco ha approfittato dell’occasione per annunciare che, ogni martedì, il parcheggio antistante all’area mercatale sarà gratuito. Tuttavia, verrà istituita una tariffa, il cui ammontare è ancora da definire, per poter parcheggiare in loco i rimanenti giorni della settimana. “Il martedì ci saranno – ha aggiunto – anche dei vigili, all’ingresso dell’area, per riscuotere il pagamento della tassa dovuta dai mercatali”. Commercianti che, presenti in buon numero in aula consiliare, hanno seguito con ovvio interesse il dibattito precursore del provvedimento, che ha tenuto conto, secondo quanto affermato dal consigliere Costabile, “delle esigenze vantate dai mercatali”. Un trasferimento che, secondo gli esponenti della maggioranza, porterà a “dire basta al traffico veicolare del martedì nel centro cittadino, a migliori condizioni igieniche, a maggior dignità al lavoro degli operatori nel settore e a liberare le attività commerciali e produttive di via Settetermini”. Come è ovvio che sia, il tempo darà le risposte sulla bontà dell’operazione.

AMBIENTE. Secondo e ultimo punto del pomeriggio istituzionale è stato il PAES (Piano d’Azione Energetico Sostenibile), approvato solo dalla maggioranza, che rientra nell’ambito dell’adesione alla Covenant of Mayors - Patto dei Sindaci “Un impegno per l’energia sostenibile”. Una pianificazione, dunque, esecutiva di un protocollo d’intesa sottoscritto nel settembre del 2013 tra i comuni di Boscoreale, Sant’Antimo (comune capofila), Lettere e Poggiomarino, volta alla riduzione dei gas serra attraverso una diminuzione delle emissioni maggiori in settori come quello della produzione elettrica, cementifici, l'industria del vetro e della carta, ma anche la riduzione delle emissioni dalle automobili, per i biocarburanti sostenibili, e lo stoccaggio geologico del CO2.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"