Assunzioni sospette ed anomalie finanziarie. Nel lungo consiglio comunale di Boscoreale non è mancato nulla, partendo proprio dal punto che ha più fatto discutere: il bilancio consuntivo del 2014 di Ambiente Reale. “Lei ha subito gli ordini di qualcuno. Come mai cinque o sei assunzioni di Ecocé sono state effettuate fuori dal comprensorio a tempo indeterminato?” È la dura accusa che ha lanciato il consigliere Tafuro all’ormai ex direttore generale dell’azienda in house, Anna Improta, il cui contratto è scaduto lo scorso 7 novembre.

“Se sono qui oggi – ha ribattuto Improta – è perché volevo pagare lo stipendio ai miei operai. Con il passaggio di consegne al nuovo direttore, ciò non sarebbe potuto avvenire”. Parole che non sono servite a placare i malumori dal pubblico.

Ma sotto sotto la lente d’ingrandimento del consigliere Langella sono finiti i fondi destinati dal comune all’azienda per i costi del personale, rispetto ai quali l’ex sindaco ha evidenziato delle incongruenze sospette con il piano industriale del 2009. Fondi utilizzati, secondo la Improta, per i risarcimenti ad ex dipendenti, alcuni dei quali sono stati già erogati, mentre altri lo saranno prossimamente.

SCONTRO VITALE-BALZANO. “Non è successo niente, è un normale confronto politico all’interno della maggioranza, non ci sarà nessun rimpasto”. Con queste parole il sindaco Balzano ha sminuito lo scontro con l’assessore Vitale, che avevamo anticipato qualche giorno fa, subito dopo aver incassato la fiducia da parte del PD. Motivo dello scontro il patrocinio morale ad Ercolano, Pompei ed al MAV. “Questo sarebbe stato il motivo di confronto e di scontro? Nessuno ha imposto niente a nessuno”.

Concordi sulla gravità dell’accaduto i consiglieri Langella e Crifò. “C’era qualcuno che andava di fretta, era un atto di cui la Vitale non era a conoscenza. Qualcuno ha dato segni di insofferenza e si è arrivati al punto che la Vitale ha sbattuto le carte sul tavolo ed è andata via. Se è così c’è un problema di democrazia”.

PARCO PELLEGRINI. Approvata, inoltre, la proposta dei consiglieri di minoranza relativa alla creazione di un’entrata da via Passanti Flocco per il parco pubblico situato a Pellegrini. Langella, che ha evidenziato il rischio di vandalizzazione del parco, ha promosso una mozione nei confronti della Giunta per “trovare le somme necessarie per procedere alla costruzione di una nuova entrata”. Ostacolo principale da superare, infatti, sono le espropriazioni da effettuare, vanificate dalle esose pretese dei proprietari. “Su questa proposta stiamo già lavorando. I proprietari continuano ad opporsi all’esproprio – ha spiegato al riguardo il sindaco Balzano – Continueremo a trattare per vedere se è possibile raggiungere l’obiettivo”.

Assise che si è aperta in ricordo dei caduti negli attentati a Parigi. Il consigliere Tafuro, subito dopo il minuto di raccoglimento, ha proposto all’amministrazione l’istituzione di una borsa di studio intitolata alla giovane vittima italiana, Valeria Solesin.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

I temi all'ordine del giorno