Dura la vita del sindaco di Boscoreale, Giuseppe Balzano, che si gode le ferie estive a metà: tra difficoltà di bilancio e malumori nella maggioranza che lo sostiene. Passato agosto, dovrà mettere mano alla ricomposizione della giunta che oggi conta solo due assessori, dopo le recenti dimissioni di Marcone. De Falco e Pisacane, infatti, sono gli unici sopravvissuti dopo le altre uscite anche di Persico e Blasio.

Un pressing, quello del completamento della squadra di governo, che viene già da lontano. Oltre a voci di corridoio, infatti, fu proprio il consigliere comunale Dem, Luigi Buffone, in una lettera ufficiale a chiedere di rinforzare l’organico.

Sempre più insistente la voce del possibile ingresso nella squadra di governo di Luca Giordano, attuale consigliere comunale eletto in quota ‘Boscoreale Democratica’, che permetterebbe a Francesco Paolo Oreste, primo dei non eletti, di entrare nella pubblica assiste. Alla stessa lista, che già esprime anche l’assessore Pisacane, andrebbe anche un terzo assessorato, oggi vacante che i rumors politici indicherebbero in un parente vicino ad un attuale consigliere.

Se De Falco è il riferimento di Aquino e Costabile o viceversa, storia differente per Tafuro che, dopo l’addio di Blasio, si ritrova su posizioni critiche verso il sindaco e senza alcun riferimento in giunta. Anche se c’è da ricordare che lo stesso affermò: “Dopo un anno in consiglio mi ritiro” (Balzano è stato eletto nel giugno 2013, ndr.). In trincea da mesi, invece, Gaetano Crifò, eletto insieme ad Ernesto Fiore nella lista ‘Per la mia città’. Il duo potrebbero avanzare la pretesa di un assessore se Crifò facesse un ‘mea culpa’ e si ‘pentisse’ lungo la via per il palazzo comunale di Piazza Pace.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"