Evitare le “parentopoli” e i favoritismi del passato. È l’obiettivo della prima proposta del neonato movimento “Cortocircuito”, che invita, in una lettera protocollata stamattina, il sindaco, l’intero consiglio comunale e la commissione elettorale ad adottare il metodo del sorteggio per la scelta degli scrutatori delle prossime elezioni politiche del 4 marzo. “Chiediamo che vengano date a tutti le stesse possibilità di nomina – si legge nella lettera - Boscoreale è una realtà economicamente in difficoltà. Ci sono tanti giovani e cittadini disoccupati e sfiduciati, abituati a vedere e convivere con ingiustizie e soprusi. È perciò di particolare importanza dare un segno di cambiamento con modi di fare consolidati”. Seppur la legge in vigore attualmente prevede la nomina diretta da parte dei componenti della Commissione elettorale, “questo non esclude – argomentano i membri del movimento - la possibilità di utilizzare la modalità del sorteggio, che è prevista e può essere scelta dalla commissione elettorale. Essa garantisce a tutti gli aventi diritto criteri di trasparenza e pari possibilità di essere scelti”. Una richiesta formulata anche per favorire la partecipazione attiva e garantire pubblicità e trasparenza dell’attività amministrativa. “La nostra concezione – concludono - è che la politica sia un bene comune e la cittadinanza debba parteciparvi attivamente. Un sorteggio pubblico tra gli iscritti all’albo comunale garantirebbe la trasparenza e la pubblicità dell’azione amministrativa e assicurerebbe la parità dei diritti e di possibilità a tutti i cittadini”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"