Lacrime e commozione durante i funerali di Anna Fogliamanzillo, la 37enne di Boscoreale uccisa da un pirata della strada alla galleria di Agerola mentre era in sella alla sua bicicletta. Ancora mistero sulle cause della sua morte, ma gli inquirenti stanno cercando di fare luce sull’accaduto. Per ora è indagato un medico di Castellammare, anche se pare che la vittima sia stata colpita da più vetture nel tratto incriminato.

IL FUNERALE. La comunità di Boscoreale è in lutto per la perdita di Anna Fogliamanzillo che ha lasciato un marito e due figli. Toccante l’omelia alla chiesa di Madonna dei Flagelli.  “La vita ci pone davanti a situazioni che mette in squilibrio la nostra stessa fede, l’unica domanda è perché Dio ha permesso ciò? Dove è stato Dio quando Anna è andata in contro alla morte? Lei che ha corso tutte le curve della vita, è stata fermata. Possiamo farci tutte queste domande, ma di fronte a queste situazioni della vita non possiamo fare altro che restare nello smarrimento e paura e anche rabbia che speriamo il buon Dio possa toglierci. Oggi siamo smarriti, ma certamente Anna ha lasciato le sue fragilità sull’asfalto, è risorta e sta guardando il Cristo volto a volto. Il vostro dolore è tanto ma dovete essere più forti. Vincenzo non ti sentire solo, né smarrito, porta avanti le idee e le credenze di tua moglie”.

Una famiglia distrutta da una perdita avvenuta troppo presto: “Guidaci da lassù”, urla in preda alla disperazione il marito. In lacrime gli appartenenti al suo gruppo B. Bike Cycling Team, presenti ai funerali.  Commovente la lettera del cognato al termine della funzione. “Eri la felicità in persona e la tua felicità era contagiosa e di aiuto per tutti noi. So che eri capace di raggiungere ogni vetta, ti porteremo sempre nel cuore, guidarci dall altro e dacci la forza di andare avanti. Manterremmo vivo per sempre il tuo ricordo perché vivi in noi, arrivederci Anna”.

vai alle foto

vai al video