“Sono contento di quanto fatto fino a oggi, ma in questo momento sto valutando se devo continuare ad andare avanti. Non c’è tempo da perdere in mediazioni tra un gruppo e l’altro in questo momento di crisi. O si agisce in fretta o questa barca affonderà e chi potrà uscirne a testa alta è il sottoscritto”.

Parole che sanno di resa quelle del sindaco di Boscoreale Antonio Diplomatico. Nel consiglio comunale di questa mattina il primo cittadino ha dovuto rinviare la discussione dell’ultimo punto all’ordine del giorno, che prevedeva la ratifica delle variazioni d’urgenza al bilancio di previsione 2020/2022. Circa 500mila euro che il comune ha impegnato in “spese urgenti per il territorio”. Al momento della discussione, però, il gruppo neo costituito di Forza Italia ha deciso di lasciare l’aula facendo venir meno il numero legale per poter proseguire l’assise.

“Uno strano atteggiamento quello dei consiglieri – ha lamentato il sindaco Diplomatico –. Pensavo volessero discuterne in maniera più precisa invece hanno disertato l’aula. Prima dell’insediamento avevamo fatto dei patti per un rimpasto a metà legislatura, poi vedo il consigliere Costabile che fa dimettere l’assessore D’Aquino, sempre attivo e presente a differenza sua, e poi passa alla minoranza per mantenere il posto di consigliere. Inoltre, anche il gruppo di Faraone si è mostrato non disponibile ad operare dei cambi. Io invece dico che i patti vanno mantenuti”.

Di qui la decisione di Diplomatico di pensare seriamente alle dimissioni: “Lavoriamo in emergenza da mesi. Entro fine anno conto di risolvere le crisi che abbiamo altrimenti questo comune affonderà. La mia parte l'ho fatta, ci ho messo l'anima e mi sto distruggendo di fatica. Dall'altro lato devo verificare che alcuni pensano al proprio tornaconto dimenticandosi del momento tragico che stiamo vivendo”.

vai al video

La seduta

La convocazione