Questa volta il furto è stato compiuto. Se, nella notte tra il 22 e il 23 marzo, il raid vandalico non aveva dato esiti, in questa circostanza è andato a segno. Stamane gli attivisti de “La Stazione” hanno registrato l’undicesimo raid vandalico che, per la quarta volta, si è concretizzato in un furto. I ladri hanno prelevato cinque monitor, un pc, una stampante e una cassa amplificata, oltre ad aver rotto finestre ed inferriate ed aver bucato, in vari punta, le mura del locale. “Nonostante le mille difficoltà continueremo a resistere – spiega Vincenzo Martire, presidente di Stella Cometa-La Stazione –. Chiederemo al Comune, tramite l’Ufficio Tecnico, l’installazione di un paio di telecamere, una rivolta verso i binari ed una verso l’area del benzinaio antistante i locali”. Le continue vessazioni subite saranno nuovamente sottoposte da Martire all’attenzione dei carabinieri che, nel frattempo, ribadisce la necessità di una maggior vigilanza e di provvedimenti atti a scoraggiare simili episodi di criminalità. “Chiederemo, inoltre, che le murature esterne vengano abbassate un poco perché darebbero modo ai ladri di nascondersi e non essere individuati – spiega Martire in riferimento ad alcune strutture situate sui binari – Sarebbe, inoltre, auspicabile una maggiora cura di tutta l’area dei binari affinché vengano eliminate le erbacce che la infestano per poter creare un accesso anche da via Settermini”.

Nuovo raid vandalico