Si è tenuto ieri, mercoledì 15 novembre, l’incontro tra l'Assessore con delega all'ambiente del Comune di Boscoreale Luca Giordano con i vertici di Acquatec: l’amministratore Diego De Chiara e il Responsabile dell’Area Comunicazione Domenico Imperatore, per fare il punto sui dati di erogazione delle tre Case dell'Acqua sparse sul territorio comunale.

Il progetto Case dell’Acqua ha la precisa finalità di disincentivare l’acquisto di acqua minerale imbottigliata puntando sulla riduzione della plastica da smaltire. Nel corso del dibattito, infatti, sono stati analizzati i dati ambientali relativi all’utilizzo delle tre strutture erogatrici pubbliche di Via Barone Massa, Via Marchesa e Via Settetermini (Piano Napoli).

“Con le casette dell'acqua abbiamo affermato l’importanza di promuovere e mantenere su tutto il territorio – ha sottolineato Luca Giordano, assessore all'ambiente - quelle buone pratiche che vanno nella direzione sia del risparmio economico sia della sostenibilità ambientale. A volte – ha aggiunto l'assessore - basta poco per dare un contributo significativo al miglioramento della qualità della vita ed al rispetto del territorio. Gesti semplici, azioni concrete, piccole ma buone pratiche, che possono fare molto”.

Il progetto ha la finalità di disincentivare l’acquisto di acqua minerale imbottigliata puntando sulla riduzione della plastica da smaltire. I dati che emergono dall’incontro, infatti, rivelano la buona strada su cui ci si sta muovendo: dalla loro messa in esercizio ad oggi, si parla di circa 2 milioni di bottiglie non utilizzate, circa 75.000 kg di PET risparmiato ed infine di circa 400.000 kg di CO2 non emessa.