Inaugurata, in mattinata, la nuova palestra del plesso Nicola De Prisco dell’istituto comprensivo Secondo Dati di Boscoreale. Ospite d’onore della manifestazione è stato il campione olimpico di pugilato, oro a Mosca 1980, Patrizio Oliva, in veste di rappresentante dell’associazione “Milleculure”, attiva nella promozione dello sport e dell’integrazione tra i bambini e della quale fanno parte altri campioni come Pino Maddaloni e Diego Occhiuzzi. “Come uomo di sport, quando vedo che si creano ambienti dove si può fare sport – ha spiegato Oliva nel suo intervento - sono felicissimo. E’ importante per la crescita dei nostri bambini che lo sport venga promosso nel mondo della scuola”. Il discorso di Oliva è un monito, allo stesso tempo, per genitori e ragazzi. Ai primi, egli ricorda che “due strumenti sono fondamentali: lo sport, come portatore di grandi valori quali il rispetto delle regole e della persona e la cultura, intesa come presupposto della capacità di sviluppare un’ampia visione sulla vita”. Il campione olimpico si è rivolto, poi, a tutti i bambini presenti, invitandoli a perseguire i loro sogni. “Mi auguro che anche voi, se avete un sogno, lo percorriate, come ho fatto io – ha suggerito Oliva - Dovete, però, circondarvi di amici che hanno il vostro stesso sogno”. Lo sport rappresenta, inoltre, un’opportunità per sfuggire alle grinfia della criminalità. “Oggi fare sport, per molti ragazzi, è importante – ha evidenziato - perché la vita quotidiana ci sta facendo vedere grande dispersione di giovani, che lasciano la scuola e si dedicano alla criminalità. La criminalità assume soltanto ignoranti. Spesso ho fatto visita nei carceri minorili e vi posso garantire che lì non c’è un ragazzo istruito”. Nel sottolineare l’importanza e la funzione educativa della scuola e dei docenti, l’ex pugile ha auspicato una forte collaborazione tra genitori e scuola.

L’INAUGURAZIONE. Oltre a Patrizio Oliva, sono intervenuti anche il dirigente scolastico, d.ssa Pasqualina Del Sorbo, che si è adoperata affinché i finanziamenti del FESR fossero utilizzati per la realizzazione dell’opera, rispetto alla quale l’Ente comunale ha solo fornito una collaborazione tecnica e il sindaco Balzano che, dopo i ringraziamenti di rito, ha annunciato l’imminente apertura anche della palestra dell’istituto Cangemi. Don Tommaso Ferraro, parroco della Liberatrice, ha benedetto la struttura. Tanti i politici locali presenti, tra cui quasi tutti i membri della Giunta. I veri e autentici protagonisti della mattinata sono, poi, diventati i bambini della “De Prisco”, i quali si sono esibiti in canti, esibizioni ginniche e sportive, che hanno catalizzato l’attenzione dei presenti e hanno dimostrato quanto asserito da Oliva: sport e cultura sono il binomio vincente.

vai alle foto