A Boscoreale terminato il primo appuntamento con il Mercato della Terra, svoltosi nell’ampia location di piazza Vargas. Un’esposizione di vari prodotti, appunto, della terra da parte degli agricoltori appartenenti al circuito Slow Food Vesuvio, provenienti dall’area vesuviana, ma anche da altre province campane. I banchetti che questa mattina hanno animato piazza Vargas permettevano ai cittadini di acquistare un'ampia varietà di legumi, verdure e frutta fresca, conserve, prodotti caseari, uova, miele, dolci, pane, olio, vino. Tutti prodotti di eccellenza coltivati con i criteri di agricoltura biologica e sostenibile, nel rispetto dell'ambiente e seguendo la stagionalità. Ad arricchire l’offerta anche la presenza del cosiddetto “laboratorio del gusto” che ha proposto, in degustazione, la minestra maritata, preparata al momento. La Condotta Slow Food ha, inoltre, dato vita a laboratori interattivi dedicati a studenti delle scuole medie su temi legati al cibo, all’agricoltura e ai sapori vesuviani. Seguiranno altre cinque edizioni, ognuna delle quali si terrà la prima domenica di ogni mese fino a luglio.

LE REAZIONI. Il sindaco Giuseppe Balzano è stato tra i primi a recarsi in loco. “Sono molto soddisfatto – ha spiegato - del successo riscosso dalla prima giornata del Mercato della Terra tenutosi stamattina. Vedere, come non si vedeva da tempo, piazza Vargas gremita di visitatori non solo boschesi che si sono aggirati tra gli stand è la migliore risposta che potevamo ricevere”. Il vicesindaco nonché assessore alle attività produttive Angelo Costabile e l’assessore all’agricoltura Antonio Di Somma, assente in mattinata per motivi di salute, sono stati i mentori della manifestazione. “La massiccia partecipazione di pubblico premia il nostro impegno. – ha detto Angelo Costabile - Unitamente ad Antonio Di Somma abbiamo fortemente voluto questo appuntamento per la nostra città che ha sicuramente apprezzato. Vedere, poi, aggirarsi tra i banchetti tanti visitatori provenienti da  fuori comune è stato per me motivo di immenso compiacimento. Il nostro obiettivo, infatti, è anche quello di attrarre turisti cui far scoprire i nostri immensi tesori. La scelta di far coincidere il Mercato con l’apertura gratuita dell’Antiquarium  - ha aggiunto il vicesindaco - si è rilevata vincente. Per i prossimi appuntamenti intensificheremo la nostra azione per sostenere l’economia locale rinforzando la crescita delle tante attività imprenditoriali legate ai temi delle produzioni agricole e tipiche”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"