Ultimi comizi in vista delle elezioni del 10 giugno, ormai sempre più vicino. Ieri sera, Nicola Sergianni, candidato sindaco di “Fratelli d’Italia”, ha parlato alla sua gente, in via Andreulli, vicino Marchesa, toccando il dolente tasto delle periferie. “La periferia di Boscoreale, - ha arringato - nella fattispecie via Andreulli, è stata abbandonata. Le precedenti amministrazioni non hanno, per questa zona, mai provveduto, e mi riferisco soprattutto ai servizi essenziali come gli scuolabus per il servizio di trasporto scolastico. Non c’è nulla, qui, in materia di sicurezza e viabilità delle strade dissestate del Comune”. Una sola amministrazione, secondo Sergianni, si è data da fare per migliorare le condizioni di vivibilità degli abitanti di quelle zone. “Mi duole dirlo, - ha aggiunto il figlio d’arte - ma l’unica amministrazione che, negli ultimi anni, si è interessata a queste zone è stata quella di Giuseppe Sergianni nel 2001 che, in quei tre mesi, ha asfaltato la strada, tant’è che, al confine tra Boscoreale e Scafati, zona 31, esiste un monumento che lo ricorda e una strada “via Vicinale Micioni” che, con l’amministrazione Langella, è stata a lui intitolata”. I propositi di Sergianni sul tema, in caso di vittoria, sono evidenti. “Voglio proseguire – ha concluso - il percorso di mio padre e dare a questa periferia la dignità che merita”.

vai alle foto