Spacciava in pieno centro a Boscoreale, il giudice ordina l’obbligo di firma per il pusher di piazza Vargas.

Alfonso Carotenuto, arrestato il 30 maggio scorso e ritenuto responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato sottoposto ad obbligo di firma presso la stazione dei carabinieri di Boscoreale in attesa del processo che si terrà a ottobre.

Questo l’esito del rito per direttissima a cui è stato sottoposto Carotenuto, colto in flagranza di reato dai carabinieri mentre cedeva 4 grammi di marijuana a un “cliente”. La successiva perquisizione domiciliare permise di trovare e sequestrare altre 4 confezioni del peso complessivo di 16,5 grammi che Carotenuto teneva nella tasca dell’accappatoio.

Accolte le richieste della difesa, curata dall’avvocato Donato De Paola: nonostante il pm avesse proposto la custodia cautelare, Carotenuto, 58enne del luogo già noto alle forze dell’Ordine, verrà sottoposto all’obbligo di firma fino al processo.

L'arresto