13 giorni. Ecco quanto è durata l’ultima sceneggiata di Agnese Borrelli, una donna che si diverte a fare il sindaco sulla pelle dei cittadini di Boscotrecase rassegnando e ritirando le dimissioni come se fosse un gioco”. È il duro attacco di 4 consiglieri di opposizione indirizzato al primo cittadino. Un manifesto, quello della lista ‘Boscotrecase libera’, in cui si analizzano gli ultimi anni della gestione amministrativa.

“Dopo 4 anni di immobilismo oggi regna il degrado”, accusano Carotenuto, Solimeno, Federico e Servillo, firmatari della lettera alla città. “Abbiamo un paese sporco, con rifiuti ed erbacce in ogni angolo. Le vie sono completamente dissestate, l’unico campo sportivo è ancora inagibile”. Una lunga lista di “promesse mancate” come la caserma dei carabinieri “per la quale è stato richiesto un mutuo di 1 milione e 626 mila euro ma mai costruita, decidendo ora di rinunciare al progetto e destinare i soldi alla ristrutturazione di piazza Municipio”. O “dell’incapacità per la perdita di un finanziamento di 1 milione e 970 mila euro già assegnato”.

Con uno sguardo all’ultimo Natale, “i commercianti hanno dovuto pagarsi di tasca propria le luminarie e la pulizia dei marciapiedi, nonostante le tasse siano alle stelle”.

Per questo, riprendendo il manifesto, il sindaco Borrelli avrebbe dovuto dimettersi “risparmiando ai cittadini un altro anno di calvario”. Inoltre, sul tentativo di allargare la maggioranza, “ci ha offerto due assessori e dopo il nostro rifiuto, pur non avendo i numeri per governare – concludono – ha ritirato le dimissioni ed è andata in gita, senza pensare al paese”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Il commento del vice Di Sarno

Il sindaco si dimette