“Mi sono attivato già da alcuni giorni affinché il campo sportivo di Boscotrecase possa ospitare altre associazioni sportive”. Chiude la polemica Pietro Carotenuto,  sindaco di Boscotrecase, dopo l’articolo denuncia pubblicato sul nostro giornale la settimana scorsa. L’impianto, infatti, presenta una pista di atletica leggera non idonea perché non in linea con i parametri previsti dalla Fidal (Federazione Italiana Atletica Leggera). Senza il rispetto di questi parametri, l’associazione ArcheoAtletica non può far allenare i propri tesserati, né tanto meno può ospitare gare federali.
“L’impianto è stato per anni dimenticato, diventando nel tempo oggetto di una serie di atti vandalici – spiega il primo cittadino. Il campo, la pista, gli spogliatoi e le altre opere sono state danneggiate. Per recuperare la struttura, visto che l’Ente non aveva la disponibilità economica, abbiamo indetto un bando di gara per la gestione con una durante di 15 anni, prevedendo l’obbligo, per il vincitore del bando, di effettuare tutti i lavori necessari per rendere nuovamente fruibile la struttura. Per questo motivo il gestore inizierà a versare il canone di fitto a partire dal sesto anno”. 
L’Associazione Amatori Rugby come spiega il sindaco “ha vinto il bando e ha fatto tutti gli interventi previsti: l’omologazione della pista rispetto ai parametri Fidal non rientrava tra questi. Come Amministrazione però vogliamo far si che la struttura possa ospitare anche questo tipo di disciplina e ci siamo attivati, di concerto con l’associazione Amatori Rugby che è oggi il gestore dell’impianto, per rendere l’impianto fruibile anche per l’atletica leggera”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"