I nomi di tutte le vittime di violenza. Donne mortificate e uccise dai loro aguzzini. Infine un ballo all’unisono, scandito dal rumore dei passi di una collettività che rinforza il suo grido contro ogni forma di sopruso.

C’era tanta attenzione stamattina sull’evento che conclude la settimana di sensibilizzazione all’Istituto Comprensivo Boscotrecase 1 SM Prisco. Nell’auditorium varie letture dei ragazzi e un flashmob a cura delle Classi Terze sul tema del femminicidio e della violenza di genere. Presenti all'iniziativa il sindaco Pietro Carotenuto, gli assessori Antonio Pollioso e Alba Russo, la presidente del Consiglio Comunale Lina Sorrentino e l'ambasciatrice della Gentilezza Anna Vitiello.

CLICCA QUI PER LE FOTO

E’ stata l’occasione per porre la giusta attenzione su un tema delicato e complesso, soprattutto in relazione agli ultimissimi episodi di cronaca che si sono tragicamente verificati sia nel vesuviano che a livello nazionale.

“Dobbiamo continuare a promuovere e incoraggiare sempre di più momenti di confronto e sensibilizzazione sociale sul tema della violenza sulle donne, coinvolgendo le nuove generazioni che possono rappresentare la leva tangibile per cambiare la nostra società – ha spiegato nell’aula magna della scuola il sindaco Pietro Carotenuto -. Un impegno da rinnovare giorno dopo giorno, non solo a cavallo del 25 novembre. La scelta di organizzare un flashmob presso l'Istituto Comprensivo Prisco di Boscotrecase va nella giusta direzione. Un momento di protesta e sensibilizzazione particolarmente efficace, poiché cattura l'attenzione in modo immediato e coinvolge la comunità in un gesto collettivo. Congratulazioni di cuore a questi ragazzi che si ergono contro la violenza di genere, dimostrando che è possibile e necessario costruire una società più giusta e rispettosa per tutti”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

l'evento