In via di guarigione il primo e unico contagio a Boscotrecase.

A confermarlo è stato il sindaco del comune vesuviano Pietro Carotenuto che in questi giorni è in costante contatto con la donna, che lavora in una struttura sanitaria di Napoli. “Le sue condizioni di salute sono ottime – ha spiegato il primo cittadino -, ha quasi concluso il suo percorso di quarantena e a breve quindi sarà sottoposta ad altri tamponi per verificare se può essere definita clinicamente guarita e ritornare finalmente a casa”.

Attualmente a Boscotrecase ci sono 9 nuclei familiari in isolamento domiciliare, per un totale di 28 persone (20 provenienti da fuori regione, 8 per contatti diretti con la paziente positiva). In via precauzionale da sabato 11 aprile altri 2 nuclei familiari (altre 8 persone, ndr) sono stati messi in quarantena perché venuti a contatto di un caso sospetto di coronavirus.

A tal riguardo il sindaco si è lamentato della circolazione di false notizie sulle condizioni del paziente sotto osservazione. Si tratta di un uomo sottoposto a due tamponi che hanno dato esito contrastante e che, proprio per questo motivo, necessita di ulteriori accertamenti. Anche quest’uomo è asintomatico ed è ricoverato in una struttura sanitaria di Napoli.

“Stiamo purtroppo, ancora una volta, assistendo a comportamenti disdicevoli – ha sbottato Pietro Carotenuto -, con diffusione di false notizie, che alimentano solo un inutile e odioso chiacchiericcio. Attenetevi soltanto alle comunicazioni ufficiali. Vi esorto piuttosto ad osservare le disposizioni di governo e regione: restiamo a casa per tutelare la nostra salute e quella dell’intera comunità”.

il dono