Sicurezza e serenità, no ai botti illegali e pericolosi.

Con l'approssimarsi della fine dell'anno, si registra la cattiva abitudine di utilizzare materiale pirotecnico spesso in assenza di misure di sicurezza. Per questo motivo i Carabinieri hanno organizzato un ciclo di conferenze in diverse scuole di Napoli e provincia, volte a sensibilizzare gli studenti sulla pericolosità dei fuochi d'artificio.

Anche Ercolano sarà coinvolta con due tappe: il 17 dicembre al 1° circolo didattico “Giulio Rodinò” e all'Istituto comprensivo 5 “Iovino – Scotellaro” e il 18 all'Istituto comprensivo 5 “Amedeo Maiuri” dove saranno presenti anche i genitori. Nel corso degli incontri, personale specializzato dell'Arma eseguirà dimostrazioni pratiche sul disinnesco di botti inesplosi, fornirà notizie sui rischi derivanti dall'accensione di fuochi di fine anno anche attraverso la distribuzione di opuscoli informativi sui pericoli connessi ad un uso incauto.

L'iniziativa che si concluderà il 18 dicembre vede in campo, accanto ai Carabinieri delle Stazioni e delle Tenenze, i colleghi del Reparto Artificieri e Antisabotaggio specializzati nella neutralizzazione di ordigni esplosivi e nella bonifica dei luoghi dove vengono rinvenuti.

Il Comandante Provinciale di Napoli, Generale di Brigata Canio Giuseppe La Gala: “La nostra campagna di contrasto e sensibilizzazione all'uso dei botti illegali vuole incoraggiare la cultura della legalità e della sicurezza nelle fasce più giovani della popolazione. Saremo in prima linea per garantire sicurezza e serenità nel periodo delle prossime festività. Ciò che auspichiamo è un'inversione di tendenza che porti finalmente ad un Capodanno senza incidenti”.

(foto: repertorio)