“L'azione riformatrice dalla giunta De Luca prosegue affrontando la madre di tutte le questioni: ovvero la sburocratizzazione della macchina amministrativa. Esattamente la causa che determina la lentezza e la scarsa competitività della nostra regione”. Così Mario Casillo, capogruppo al consiglio regionale del Pd.

Non è più rinviabile il radicale snellimento delle procedure amministrative perché, come ricorda De Luca, i cittadini continuano a percepire la Regione Campania come una palude. La svolta - aggiunge Casillo - sarà nell'istituzione dell'anagrafe del procedimento in modo tale che gli utenti, in maniera trasparente e diretta, potranno verificare lo stato di avanzamento delle pratiche, così come la creazione dello sportello unico delle imprese affinché in tempi brevi e certi ogni istanza possa essere soddisfatta”.

Inoltre, ha continuato il capogruppo Dem: “Per quanto riguarda i provvedimenti che avranno bisogno di passare in Consiglio regionale, come l'abolizione delle commissioni regionali e provinciali per le attività artigianali o l'eliminazione delle autorizzazioni trimestrali per gli ammalati di Sla - conclude Casillo - il Pd si impegna responsabilmente a dare il proprio contributo per accelerare il lavoro dell'aula e per imprimere quei cambiamenti invocati dal presidente De Luca”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"