Ha cacciato i genitori anziani di casa e sbarrato la porta dall’interno. Poi, ha distrutto il cellulare del papà, per impedirgli di chiedere aiuto.

I carabinieri hanno arrestato un 41enne di Portici, ritenuto responsabile del reato di lesioni, maltrattamenti e rapina. L’uomo, tossicodipendente e già noto alle forze dell’Ordine, è stato bloccato dai carabinieri intervenuti in tempo per evitare il peggio.

Utilizzando un altro telefono, il padre del 41enne, anche se ferito alla mano, ha allertato il 112 e consentito loro di arrivare in breve tempo. L’uomo è stato così arrestato e portato in carcere a Poggioreale. E’ ora in attesa di giudizio.

Nel corso del weekend, intanto, i carabinieri hanno controllato i luoghi della movida, tra Portici ed Ercolano. Controllati i presìdi nelle aree del “Granatello” e nei pressi delle strade più frequentate della cittadina porticese. Su Ercolano, invece, i controlli si sono concentrati in via delle Mimose, corso Italia e la zona alta del Vesuvio.

Non sono mancate le contravvenzioni al codice della strada: 9 quelle contestate ai motociclisti sorpresi senza casco, altrettante ad automobilisti alla guida senza la prescritta assicurazione. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.