Si è conclusa la XXI Edizione del premio Massimo Troisi a cura dell’Osservatorio sulla Comicità, promossa dalla Città di San Giorgio a Cremano. Una sei giorni di manifestazioni emozionanti e divertenti dedicate all’amato artista sangiorgese che ha incoronato vincitore del “premio” nella serata del gran galà Andrea Di Castro, per la sezione Migliore Attore Comico.     

A condurre la serata l’attrice Debora Villa. Super ospite: il cantante italo americano Sergio Sylvestre con Alessandro Casillo. Una serata ricca di emozioni nel corso della quale sono stati assegnati i riconoscimenti per le numerose categorie di concorso tra cui Migliore testo teatrale, sceneggiatura cinematografica e scrittura seriale di fiction per la quale la giuria dell’Università Federico II, del master di II livello in drammaturgia e cinematografia, ha attribuito due borse di studio agli autori emergenti Francesco Niglio e Francesco Amoruso e un Premio speciale della giuria a Maurizio Braucci.             

Per la categoria Migliore cortometraggio comico, la giuria composta dagli attori di Casa Surace ha assegnato il Premio al corto “L’Influencer” del regista Daniele Profeta.     

In collaborazione con l’Università Suor Orsola Benincasa sono poi stati consegnati i premi per Migliore Scrittura Comica – sezione opera edita e inedita – a “Meglio vivo che dal morto” di Paolo Rossi e al racconto inedito Dottor Mash e la gita al lago di Papogna di Silvano Bertania.       

Premio Cremanum d’argento è andato all’attrice Veronica Mazza per essersi distinta per il suo legame con la città di San Giorgio a Cremano.     

Diverse le autorità intervenute alla serata insieme al Sindaco di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno, l’On. Raffaele Topo, i consiglieri regionali Mario Casillo e Francesco Emilio Borrelli, l’On. Di Sarno, gli assessori di San Giorgio a Cremano Giuseppe Giordano e Pietro De Martino e il presidente del consiglio comunale Michele Carbone.       

Nel corso della serata è stata anche presentata la canzone di Ania “L’anima fa rumore” dedicata a Massimo Troisi ed è intervenuta la vincitrice del Premio Massimo Troisi 2020 Maria Rosaria Cafiero.       

L’evento è stato trasmesso in streaming sulle pagine Facebook del quotidiano Il Mattino con il commento dal backstage del collettivo “Casa Surace”.  Ancora una volta si è reso omaggio nel migliore dei modi   all’amato concittadino dei sangiorgesi Massimo Troisi che ha mantenuto sempre inalterata la sua napoletanità facendo si che proprio nel suo nome la città è divenisse una vera e propria fucina di nuovi talenti emergenti nel campo del teatro della danza della musica e dell’arte comica.      

Il Sindaco Giorgio Zinno ha fatto sapere che il Premio tornato in presenza è stata una grande festa e che anno dopo anno  questa kermesse dedicata a Troisi è divenuta osservatorio privilegiato sulla comicità: “Per noi – ha dichiarato il Sindaco  Zinno  è stato un grande orgoglio poter  offrire una opportunità a nuovi talenti dell’arte comica e ringrazio il Presidente della Regione Vincenzo De Luca per avere creduto nuovamente  nel nostro premio”.