Dopo quasi 20 anni, la Turris è di nuovo in serie C.

Il consiglio Federale ha infatti ratificato le proposte della Leda Dilettanti: i corallini coronano il sogno della promozione tra i professionisti.

“Una promozione strameritata” ha spiegato il presidente della Turris Colantonio. “Sono felice soprattutto per la città, che dopo aver tanto sofferto per il Covid, adesso può tornare a gioire. Nel rispetto di regole e cautele, naturalmente”.

Dopo il blocco totale dovuto al coronavirus e la sospensione della Lega Dilettanti fino allo stop definitivo del 20 maggio scorso. Due giorni dopo il consiglio direttivo Lnd ha proposto – e ottenuto – la cristallizzazione delle classifiche: la Turris è prima con 4 punti di vantaggio sull’Ostiamare, può balzare direttamente in Lega Pro.

Ad accogliere il messaggio, il sindaco Giovanni Palomba: “Ho appena appreso telefonicamente dal Presidente Antonio Colantonio che la nostra squadra cittadina, la Turris, è stata ufficialmente promossa in serie C – ha spiegato il primo cittadino -. Un traguardo importante ed atteso da anni che fa, di nuovo, sognare e sperare i tifosi, i cittadini e quanti nelle diverse stagioni sportive succedutesi ne hanno seguito le vicende e le vicissitudini. Il mio plauso alla Dirigenza calcistica e tecnica, al Presidente e ai calciatori che, con dignità ed orgoglio hanno saputo indossare la maglia corallina, raggiungendo il prestigioso obiettivo. Ritorniamo, finalmente, in serie C. La vittoria della Turris è la vittoria di Torre del Greco che, dallo sport, può rilanciare la propria rinascita etica e sociale”.