Una scena da film. Una fuga di 37 chilometri per non riaprire i suoi conti con la giustizia. Camionista di Torre Annunziata finisce nei guai e si rende protagonista di un inseguimento terminato con l'incendio del suo tir. 

Temeva di perdere il posto di lavoro appena ottenuto, dopo essere tornato in libertà per aver scontato un periodo in cella e per non avere la patente prevista per la guida di mezzi pesanti. Sperando di fare perdere le sue tracce l'uomo non si è fermato all'alt. Questi sarebbero i motivi che hanno spinto S.M., trentacinquenne di Torre Annunziata, a forzare il posto di blocco dei Carabinieri nella zona di Minturno. Il camionista non si ferma e i carabinieri cominciano un inseguimento da film poliziesco. Fino a quando il camion non ha preso fuoco e il conducente costretto a scendere dal suo tir, e' stato arrestato.

Una vicenda che ha mobilitato i Carabinieri di Scauri, della Compagnia di Formia, della Tenenza di Gaeta e del Commissariato di Ps di Formia. Tutto è iniziato intorno alle 23,30 sulla Variante Appia, quando, in territorio di Minturno, una pattuglia dei Carabinieri di Scauri ha imposto lo stop ad una motrice con semirimorchio, che trasportava lastre di acciaio, destinate a Cisterna. Ma il suo viaggio è finito nel peggiore dei modi. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"