Blitz all'alba dei carabiniri del Ros nella provincia nord di Napoli. In manette sono finiti gli imprenditori Aniello e Raffaele Cesaro, fratelli del deputato di Fi Luigi Cesaro, insieme ad altre tre persone, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare richiesta dalla Dda di Napoli. L'inchiesta è relativa alle infiltrazioni del clan Polverino negli investimenti da 40 milioni di euro per il piano di insediamento produttivo del Comune napoletano.

I Cesaro sono anche gli zii del consigliere regionale Armando Cesaro.