Un servizio di psicologia scolastica che integri quelli già attivi sul territorio e punti alla promozione della salute e del benessere psicologico di studenti, genitori, insegnanti, dirigenti e personale Ata, attraverso un'azione strutturata e permanente svolta in stretta collaborazione con la scuola.

Questo l’obiettivo della proposta di legge presentata dall’Ordine degli Psicologi della Campania alla VI commissione regionale presieduta dalla consigliere Bruna Fiola del Partito Democratico.

Sulla scia dei risultati ottenuti con il protocollo sottoscritto a livello nazionale con il ministero dell'Istruzione, che ha portato all'attivazione di ben 699 sportelli da parte di altrettante scuole campane, e facendo seguito al protocollo siglato con l'Ufficio scolastico regionale, l'Ordine della Campania fa un ulteriore passo avanti per rispondere alle richieste di un settore che forse più degli altri risentirà delle conseguenze della pandemia da Covid-19.

"Come già accaduto in occasione del piano vaccinale per i nostri iscritti e così come sancito dalla legge regionale sullo Psicologo di base, per la quale attendiamo adesso l'esito in Corte Costituzionale - spiega il presidente dell'Ordine, Armando Cozzuto - ancora una volta la Campania è tra le prime regioni a rispondere ai molteplici bisogni assistenziali intercettati sul territorio".

Come sottolinea Bruna Fiola del PD: “Quella dello psicologo è una figura fondamentale all'interno della scuola. Credo che questa proposta di legge vada supportata con forza, proprio per dare uno strumento in più agli insegnanti e ai ragazzi per poter permettere loro di esprimere al meglio tutte le potenzialità".